Le mattine parigine. Come contattare i desideri del cuore, contemplando la bellezza.

Quando realizzi che dentro hai qualcosa che bolle ma non capisci cosa sia, travolta dalla quotidianità, vedi che nel minestrone si mescolano: due etti di insoddisfazione, un etto di noia, qualche pezzettino di malinconia, un pizzico di voglia di fare e apatia q.b.. Per elaborare un piatto in cucina come nella vita bisogna fare le cose con amore, con criterio, ma anche con fantasia.

La fantasia cosa è se non vedere le cose in modo diverso, quindi usare quello che c’è in modo creativo, inusuale inaspettato, vedere le potenzialità e la bellezza in tutto ciò che ci circonda. La fantasia si blocca quando sei impegnata a “fare” e ti dimentichi dell'”essere”, non vedi più la bellezza attorno a te. La fantasia si blocca quando la sofferenza ti porta a rimuginare e a chiuderti in te stessa. Allora come è possibile riaccendere lo stupore e contattare il desiderio del cuore?  [Per saperne di più…]

Perché fare life coaching!

Ci sono momenti della propria vita in cui tutto ci appare difficile, inutile e lo intravediamo nelle frasi che ci sentiamo ripetere:

“la mia vita non ha più un senso”, “mollo tutto”, “cambio vita”, “voglio emigrare”, “fermate il mondo voglio scendere”, “sono finito e non ho più possibilità”.

Perdere il posto di lavoro, essere insoddisfatti della propria attività, lo sgretolarsi di una relazione affettiva, lo spettro di una grave malattia, l’instaurarsi di conflitti che sembrano irrisolvibili, nuove situazioni delle fasi dell’esistenza umana che non sappiamo come affrontare, queste sono vicende che necessitano di dare inizio ad una nuova vita e avventura che rendono necessaria la pratica del life coaching .

La metodologia del life coaching è efficace e in affiancamento con il coach si definiscono, sostengono e individuano i passi di un cambiamento intenzionale e desiderato. L’unico riscatto nei momenti difficili si inscrive in un percorso di ri-decisione del nostro personaggio e della storia che stavamo interpretando in modo più o meno inconsapevole.  [Per saperne di più…]